Avanti un passo. Silenzio.

Oggi, 27 gennaio, giorno della Memoria.

Poche parole mie, tanti pensieri che lascio scivolare tristi tra le pieghe della giornata.

Auschwitz (foto Davide Boldini)

Passi interiori, faticosi. Necessari.

Dovuti.

E come un pugno nello stomaco, quei passi reali, quella manina alzata.

L’atrocità della storia.

Per non dimenticare.

Auschwitz (foto Davide Boldini)
Auschwitz (foto Davide Boldini)

“Chi vuole vedere la mamma, faccia un passo avanti .
La tragica vicenda di 20 bambini ebrei – 10 maschi e 10 femmine – provenienti da Francia, Olanda, Jugoslavia, Italia, Polonia, che dal campo di sterminio di Auschwitz Birkenau, con un tremendo inganno perpetrato dall’angelo della morte, il dottor Joseph Mengele, furono inviati al campo di concentramento di Neuengamme – che distava circa 30 chilometri da Amburgo – come cavie umane per esperimenti sulla tubercolosi, che avrebbe condotto il medico nazista Kurt Heissmeyer”

Chi vuole vedere la mamma”faccia un passo avanti”

Auschwitz (foto Davide Boldini)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: