Via Flavia_tappa 3: da Miramare a Monfalcone

La mattinata si apre in sordina: condividiamo la stanza nell’Ostello Tergeste a Miramare con un’altra ospite e quindi ci muoviamo al buio e con il minimo rumore per non disturbare. Si torna ai bei tempi del Cammino di Santiago e delle condivisioni di spazi, di silenzi e di abitudini tanto diverse. Un cammino è fatto anche di questo confrontarsi, necessario e a volte anche faticoso ma senza dubbio costruttivo.

La colazione è alle 7:30 nella sala comune, che si affaccia sul mare: un incanto.

Nella tappa di oggi ci accompagnerà, per un tratto, Fabia; scopriamo che questa Via Flavia, già spettacolare di suo, ha una rete di referenti locali disponibilissimi, di grande spessore umano e conoscenza del territorio, e soprattutto con un amore viscerale per la loro terra. Fabia è una di questi: solare, entusiasta, gioiosa, una musica che vorresti non smettere mai di ascoltare, il giusto sottofondo ai paesaggi straordinari che oggi attraverseremo.

La incontriamo alla Stazione ferroviaria di Miramare, un gioiello di architettura ottocentesca, voluta da Massimiliano d’Asburgo per raggiungere la residenza al Castello di Miramare, e tutt’ora in attività. Qui il tempo sembra essersi fermato.

Ho come il sentore, e la giornata mi darà conferma, che questa sarà per tanti versi una tappa indimenticabile.

Poche frasi di presentazione e siamo già “pelle a pelle” o meglio, ognuna nelle scarpe dell’altra, a braccetto in una sintonia di vite e di modi di sentire che rende tanto meravigliosi questi incontri e questi passi.

Si cammina salendo a mezza costa, con alla nostra sinistra la ferrovia per un tratto e laggiù sempre il mare.

La Via della Salvia è un lungo sterrato pieno di profumi e di erbe meravigliose, che tocchiamo, annusiamo e assaggiamo. Questa giornata di sole illumina i nostri sorrisi e i nostri cuori e rende leggeri i nostri passi. Curiose di tutto, porose di fronte a tanta bellezza.

Dopo alcuni km il paesaggio cambia, si fa pietroso; il verde del bosco si inchina al grigio della pietra carsica che stride sotto i nostri scarponi.

Quanta storia, quanta vita, è passata su questi sentieri…

Percorriamo un breve tratto del Sentiero dei pescatori, utilizzato per secoli dai pescatori sloveni di Aurisina per recarsi alla spiaggia dove tenevano le loro tipiche imbarcazioni, dette “zoppoli”.

La natura selvaggia, il sentiero sempre ottimamente tracciato (sia con le frecce gialle della Via Flavia, sia con la segnaletica CAI), il mare, il sole, le doline che si aprono nel terreno…tutto oggi mi fa sentire in armonia e in perfetto equilibrio. Una tappa a dir poco fantastica! Da ripetere senz’altro in ottobre, per godere dei colori dell’autunno, che qui deve essere qualcosa di veramente magico.

Una sosta alla Vedetta Tiziana Weiss, e si riparte.

La sguardo spazia all’orizzonte, la strada da percorrere é ancora tanta: il Castello di Duino è un punto lontano oltre Portopiccolo, la Baia di Sistiana, oltre le scogliere, e Monfalcone ancora più lontano.

Scendiamo verso Sistiana e una pausa con il tipico “capo in b” è d’obbligo.

Da Sistiana Mare si riparte seguendo il panoramico Sentiero Rilke, che prende il nome dal poeta R.M. Rilke che, ospite al Castello di Duino all’inizio del secolo scorso, qui compose le sue famose elegie. Sicuramente in un luogo così incantevole non può che essere stato ben ispirato.

Al termine del sentiero si giunge al Castello di Duino, visitabile, dove a malincuore ci salutiamo con Fabia, che rientra in bus verso Trieste.

Io e Silvia riprendiamo la Via, prima su asfalto e poi nuovamente su sterrato, fino alle Foci del Timavo e a San Giovanni di Duino.

Ci risparmiamo gli ultimi 3 km di asfalto, entrando a Monfalcone con il bus.

20180423_164844.jpg
Duomo di Sant’Ambrogio – Monfalcone

Accoglienza al B&B Corto Maltese, tutto per noi. Cena con gnocchi al gulash di guanciale di maiale all’Osteria la Rocca. Oggi ci siamo proprio coccolate. Chiudiamo gli occhi su una tappa straordinaria!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: