“Val Vertova: un’oasi di frescura alle porte di Bergamo”

Ad una mezz’ora di strada da Bergamo, risalendo la Val Seriana, si arriva a Vertova, paese all’imbocco dell’omonima valle.

Lasciata l’auto nella piazza Vittorio Veneto, ci incamminiamo lungo una strada a basso traffico – via Cinque Martiri -, che dopo circa 3 km ci porterà all’inizio del sentiero 527, che seguiremo fino al bivio per il bivacco Testa, che oggi accantoniamo per dedicarci alla più semplice passeggiata fino alle Cascate della Vertova.

Si risale la stretta valle seguendo il fiume Vertova, ora sulla sponda destra orografica, ora sulla sinistra, attraversando due facili guadi attrezzati con blocchi in cemento e pietre e dotati di corrimano. 

L’aria è già calda di prima mattina; il camminamento alterna sterrato a percorsi di ciottoli, tratti assolati e zone ombrose, che si aprono sulla sponda del fiume: piccoli terrazzamenti nascosti, slarghi che invitano alla sosta, cascatelle che fanno da colonna sonora ai nostri passi ancora un po’ arrugginiti dal sonno.

Tante persone, come noi – famiglie con bambini, coppie, singoli camminatori con zaino in spalla – si muovono lungo il sentiero alla ricerca di un angolo fresco, dove poter stendere un telo e godere del refrigerio dell’incantevole scenario che questa valle ci regala.

Troviamo il nostro spiazzo e, attrezzato a modalità pic-nic, ci liberiamo delle calzature per cercare sollievo nelle acque del fiume. Qualche temerario tenta il bagno, ma l’acqua che scende dalla montagna sovrastante è davvero gelata e consente la permanenza solo per pochi minuti, comunque sufficienti a ritemprarci, oasi di fresco in questa calura agostana che ancora non dà tregua.

Passeggiata di mezza giornata, estremamente piacevole sia per la bellezza del paesaggio, sia per il refrigerio.

Di facile percorrenza anche per bambini; sconsiglio con passeggini al seguito per la presenza di terreno in tratti sconnesso e roccioso e i guadi da attraversare.

Ottima méta, se possibile meglio in un giorno infrasettimanale.

Una risposta a "“Val Vertova: un’oasi di frescura alle porte di Bergamo”"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: