Tappa 9_Cammino Portoghese: “Posare la paura, gioire della bellezza”

Se la notte dell’altro ieri è stata caratterizzata dal lavoro continuo di ruspe in piena attività di scavo, durante questa appena trascorsa devono aver fatto le colate di cemento, visto il gran tramestio di betoniere umane!

La condivisione di una camerata con tanti letti comporta sempre questo rischio; e considerato che, bene o male, ci ritroviamo ad essere spesso gli stessi pellegrini durante le tappe, va da sé che “men at work” sono più o meno gli stessi.

Anche questo fa parte del Cammino, fa parte del gioco: le regole si accettano in toto e il prezzo si paga. Sono abituata a dormire poche ore, quindi sto comunque bene.

Oggi cammino da sola, da O Porriño ad Arcade, attraversando boschi con minor presenza di eucalipti e comparsa di pini e felci, piccoli borghi come Mos e qualche raro tratto di asfalto sulla Nazionale 550.

Mi piace. Camminare da sola concilia il dialogo con se stessi e fa bene all’animo. Sono sempre stata sostenitrice del fatto che il Cammino vada affrontato in solitaria, che poi da soli non si è quasi mai.

Necessita di silenzi esterni per poter dar voce dentro noi stessi. Necessita di coraggio. Il coraggio di far luce nelle nostre zone d’ombra. “Non tutti ce l’hanno!”. Sì, dico io. È in ognuno di noi; è la forza che ci permette di affrontare i dolori più grandi. È lì, solo da tirar fuori. E ad aver dimistichezza con questo tipo di coraggio, si impara. Basta posare la paura.

L’entrata in Redondela, com’è sempre quando si arriva in città, è frastornante.

Attraverso il centro a passo deciso, vado oltre l’Albergue Municipal, mi fermo pochi minuti a scambiare due parole con le tre pellegrine di Napoli, e poi proseguo. Oltre il caos cittadino, oltre il frastuono delle auto. Di nuovo verso la campagna prima e il bosco poi.

Superato il borgo di Cesantes, la pendenza aumenta e di pari passo anche la bellezza del paesaggio.

Arrivo al “tabellone delle conches”, tante volte visto in fotografia ma non sapevo fosse qui, quindi mi sorprendo due volte. Mi fermo a leggerne alcune e ci trovo un mondo che mi emoziona.

La discesa è per il caminos dos peregrinos, che regala squarci inaspettati e meravigliosi sulla baia di Arcade. In lontananza, da quassù, sembra quasi mare e fa lo stesso effetto di quando arrivi a Muxia o a Finisterra e ti si apre l’oceano davanti agli occhi. Che spettacolo!

Poco fuori dal bosco, circa 1 km più avanti, trovo l’Albergue das Lameiriñas.

Bello, pulito, nuovo, tranquillo. Prendo posto, doccia, arruffamento di capelli che mi fa ridere da sola davanti allo specchio, bucato giornaliero, e via che riparto in veste di turista della cittadina.

Arcade si allunga sul golfo dove convergono il Rio Verdugo e il Rio Oitavén; spiaggia di sabbia bianca, un sabato di famiglie al mare, bambini che giocano, c’è anche chi nuota. Davvero bello.

Io mi godo il paesaggio a bordo campo, in compagnia di Estrella.

Arriva l’ora della cena e decido di regalarmi una cenetta a tutto pesce; Arcade é nota come la città delle ostriche e allora ostriche siano! Per la verità assaggiate solo una volta tanti anni fa, ma qui non posso tirarmi indietro, e faccio un gran bene: le trovo deliziose, freschissime, una goduria. E via con il pulpo a feira e le zamburiñas alla piastra. La fame è tanta che divoro pure l’insalata di guarnizione e il limone con tutta la buccia. Ma si sa…è proverbiale…son donna che mangia e si vede! Il cameriere mi offre un liquorino della casa, a base di grappa, latte e noci, che è una bontà. Mi devo ricredere due volte stasera: sulle ostriche e sulla grappa. Quanto mi piace regalarmi quelle seconde occasioni che mi fanno cambia idea!

Torno più o meno in linea retta verso l’Albergue: la mia vicina di letto sta già russando. Ohibò…

Buenas noches!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: