Tappa 1_Cammino Portoghese: “Hortênsia e altre storie”

Ogni cammino inizia con il primo passo e oggi lo muovo direttamente dall’uscio di casa. Arrivo con largo anticipo alla pensilina del bus: la notte passata è stata troppo corta, come al solito.
Il guidatore mi dà il buongiorno con l’accento tipico della mia terra, a voler nuovamente sottolineare che da qui, proprio da qui, oggi parto. Mi saluta e mi sorride di tre quarti quando scendo.

L’autostradale, che mi porterà fino all’aeroporto, arriva puntuale e il giovane autista canticchia per tutto il viaggio: è felice, nonostante mi racconti che non va in ferie da tre anni. Come una formichina laboriosa, sta accumulando i giorni da utilizzare per il suo sogno: il coast to coast degli USA. È sempre bello trovare persone con sogni in divenire, dà l’idea che ci sia uno scopo tangibile da perseguire in questa vita.

Don McLean ci accompagna con American Pie; Ambrogio, l’autista – lo chiamerò così, come l’autista per eccellenza – canta e batte il tempo. Il viaggio passa veloce, e sulle note di Hotel California degli American Eagles scendo dal bus.

Sbrigo le solite pratiche d’imbarco, il volo procede senza intoppi, con il simpatico fuori programma di due nubende in procinto di addio al nubilato, coinvolte dalle hostess nella vendita dei mitici gratta e vinci della Ryanair  (ma qualcuno poi li ha mai comprati??).

Tra un pisolino e una riflessione, una lettura e qualche nota, all’orizzonte iniziano a danzare le pale eoliche, segno che quasi ci siamo.

Atterraggio impeccabile. Decido di prendere la Metro e portarmi direttamente a Vilar do Pinheiro.

Qui intercetto il cammino portoghese centrale, dove, nel concreto, inizio a macinare km. Pochi, per la verità, perché lo stomaco già si fa sentire; mi fermo in un botteghino, dove la Senhora Hortênsia (mi piace pensare che si chiami davvero così) mi serve una torta di noci e un succo di mirtillo sublimi. Si prepara un caffè e con la tazzina in mano viene a sedersi accanto a me; iniziamo a raccontarci, io in un portoghese stentato, che lei però comprende bene. Ha voglia di chiacchierare: mezz’oretta vola via e ci troviamo d’accordo su tante questioni, prima tra tutte che il Portogallo è meraviglioso.

Saluto Hortênsia, che timbra la mia credenziale e si presta ben volentieri ad una foto ricordo, e riprendo il cammino.

Due francesi, due belgi e un’italiana con un cappellino che ha fatto storia, procedono a staffetta gli uni con gli altri. Ci salutiamo in una lingua universale.

Incrocio in più punti le frecce azzurre che portano a Fatima, luogo molto caro al popolo Portoghese.

Decido di deviare verso il monastero di Vairão, appena fuori traccia. Oggi i km previsti sono pochi, posso permettermi di allungare il tragitto.

C’è quiete intorno, rotta solo da qualche auto impazzita che sfreccia sul basolato.

Finalmente un tratto di sterrato, e i muri in pietra ricamati di muschio: mi ricordano quando, da bambina, andavo a raccogliere quello più spugnoso per allestire il Presepio.

Ricordi…che mi accompagnano fino all’ingresso a Vilarinho, dove alloggio a “Casa da Laura”: un piccolo casale ristrutturato, in mezzo al verde, solo nove posti letto e un bagno, giardino e orto.

Non so se è una scelta voluta o pura coincidenza, ma siamo tutte donne: canadesi, americane, una norvegese. E io. Laura ci coccola con tea e biscottini, e il mitico vin Porto, facendoci dimenticare che domani già si deve ripartire.

Il vento spazza via i pensieri e asciuga il bucato. Camminare a piedi nudi sul prato è meraviglioso. Un passo dopo l’altro, a contatto con la Terra Madre. Anche oggi il Cammino mi fa il suo regalo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: