Cammino di Muxia e Finisterre _ giorno 4 da Muxia a Finisterre

Muxia ci accoglie con le luci dell’alba: ci incamminiamo verso il Santuario della Vergin de la Barca, isolato sugli scogli, senza alcuna presenza a quest’ora del mattino. Silenzio, le onde quiete, momenti di riflessione e di serenità.


Il mojón alla base del monumento La Ferida segna km 31,329 a Fisterra.
Riprendiamo il passo, sapendo che subito ci attende la salita più lunga della giornata.
Lasciamo le ultime case alle spalle e procediamo a cadenza regolare attraverso i boschi.

Per tutta la tappa di oggi, la natura la fa da padrona: gli eucalipti iniziano a diradarsi e cedono il passo a querceti e pinete, i corsi d’acqua fanno da musica al paesaggio che continua a riempire gli occhi di meraviglia.


Incontriamo qualche cascinale, la fattoria di Bausilbeiro dove scambio due parole con la signora che sta pulendo la stalla: mi fa coraggio, “Animo! Siete quasi a metà strada”, e, tra dislivelli di modesta entità ma continui, arriviamo alla tappa intermedia: Lires.

Pausa pranzo con il bocadillo più buono mai mangiato, riposo per i piedi affaticati, e si riparte.

Le salite nel bosco ci accompagnano, scolliniamo più volte, le discese si fanno importanti e ci conducono fino al mare.

Da Escaselas scendiamo verso la spiaggia di Langosteira, dove finalmente metto i piedi in acqua: fredda, vitalizzante, bellissima.

20170418_175242

Finisterre è appena più in là.

Per arrivare c’è tempo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: